Cards Against Humanity, o Carte Contro l’Umanità, è un party game di carte casuale nato nel 2011 dall’idea di un gruppo di studenti di una high school americana. Proposto inizialmente all’interno della scuola, ha avuto immediatamente un grande successo, tanto che di lì a pochissimo ne è nata una compagna in crowdfunding su Kickstarter, dando così vita alla prima edizione ufficiale del gioco. Cards Against Humanity è diventato molto popolare in tutto il mondo per la sua vena dissacrante, cinica e volgare, non a caso gli autori lo hanno definito “un gioco di carte per persone orribili”. Negli Stati Uniti viene giocato anche in diretta in diverse trasmissioni radiofoniche ed esistono traduzioni ufficiali, ma anche meno ufficiali, in svariate lingue compresa l’italiano. Il progetto si chiama CaH42Project e ha all’attivo oltre 12 mila carte divise fra bianche e nere, sul loro sito è possibile scaricare una versione stampabile del gioco.

Il contenuto di Cards Against Humanity generalmente è una raccolta composta da frasi prese da notizie, modi di dire, frasi fatte ma soprattutto da ingiustizie, politica, casi di razzismo, di bullismo o di sessismo, a fare da jolly sono stati inseriti anche nomi di personaggi importanti, il che rende ancora più divertente una partita.

Grazie ai guadagni avuti dalle vendite, gli autori spesso sono riusciti a realizzare opere per il sociale ma si sono anche esposti politicamente mettendosi in discussione. Nel 2017, ad esempio, è stata lanciata la vendita della versione del gioco chiamata Cards Against Humanity Saves America e la risonanza avuta è stata veramente impressionante: l’edizione venduta a 15$ è stata acquistata da 150,000 persone! Con il ricavato delle vendite, gli autori hanno voluto mandare un forte messaggio per il Paese andando contro il sistema prendendo di mira l’Amministrazione Trump (si può dire Trump?) raccogliendo tutte le assurdità che venivano fuori da quel periodo. Un altro deck realizzato successivamene, è stato nel periodo di rielezione alla presidenza americana, quella precedente e non quest’ultima con la vittoria di Joe Biden e i fatti di Capitol Hill. Fra i progetti realizzati, è stato acquistato un pezzo di terreno fra gli Stati Uniti e il Messico su cui è stato costruita una catapulta medievale di 30 metri, quelle che in quei tempi venivano utilizzate per abbattere i muri dei castelli, questo per lanciare un messaggio di protesta contro la costruzione di un muro al confine dei due paesi.
Nelle 24 ore di un recente Black Friday, gli autori di CAH (l’acronimo del gioco) hanno imbastito un’asta in cui sono stati venduti diversi articoli costosi di vario genere scontati del 99%: come una banconota da 100$ venduta a 1$, una nave dei pirati gonfiabile per bambini del valore di 1,790$ venduta a 17,90$, una Ford Fiesta rossa con all’attivo di 25,000 km percorsi del 2015 del valore di 9,750$ venduta a 97,50$, fino ad arrivare ad un dildo in oro 24 carati del valore 3,490$ venduto a 34,90$.

Come si gioca a Cards Against Humanity

I mazzi di carte del gioco originale sono divisi in due: uno è composto da 50 carte nere su cui sono editate delle frasi incomplete; il secondo mazzo, che è composto da 300 carte, è formato da brandelli di frase che fanno da completamento. Come detto, quello che caratterizza Cards Against Humanity è l’irriverenza data dal tono del gioco, tutto quello che va contro tutto e tutti e tutto quello che fa notizia o scandalo viene preso di mira.

Per una partita a Cards Against Humanity sono necessari un minimo di 3 giocatori. Un giocatore a turno, lo Czar (lo zar delle carte), legge una carta nera con la frase incompleta e gli altri partecipanti devono scegliere un completamento nel mazzo da 10 carte che possa abbinarsi alla frase. Lo Czar premierà la combinazione che lo diverte di più. Ad ogni cambio turno cambia anche lo Czar e gli altri giocatori pescano una o più carte in modo da formare di nuovo un mazzo da 10 carte. Le frasi completate possono essere veramente divertenti andando oltre il dissacrante e l’irriverenza, ma dipende anche tutto dalla sensibilità o dalla personalità di ognuno dei giocatori e di quello che vestirà il ruolo di Czar. E’ tipico che qualcuno rida per altre combinazioni piuttosto che quella scelta come vincente.

E’ possibile giocare anche online in diversi modi, su numerosi server open source dedicati come pretend to be xyzzy, in video conferenza con le ultime tecnologie sviluppate come Zoom, Telegram o Discord compresi di bot dedicati, e perché no probabilmene anche con le novità come Clubhouse o Spaces di Twitter. Personalmente le migliori sessioni di gioco le ho avute giocando comodamente sul divano con i miei amici “Marmittoni” utilizzando Cardcast, un’applicazione Android che grazie alla Chromecast consentiva di proiettare le partite sul televisore di casa, ma che disgraziatamente è stata chiusa ma rimpiazzata di recente da Massive Decks.

Una fandom orribile e tante espansioni

Dalla nascita del gioco sono nate una marea di espansioni, da quelle ufficiali pubblicate dagli autori originari fino a quelle di terze parti, molte ufficiali, molte altre non ufficiali e tantissime varianti basate sul gioco originale. Gli appassionati, o fandom come si usa dire ultimamente, e addicted di Cards Against Humanity non si contano facilmente e la comunità dedicata è veramente vasta, soprattutto su Reddit dove si possono trovare due subreddit (gruppi di discussione tematici) dedicati. Uno è il subreddit ufficiale del gioco creato dagli autori che pubblicano novità sul gioco, i fan invece condividono le sessioni più divertenti delle partite. Il secondo subreddit invece, consente alla fanbase di pubblicare carte nere o bianche personalizzate di propria fantasia che poi gli autori selezioneranno attentamente per nuove espansioni ufficiali o meno. I temi di queste espansioni o edizioni speciali sono i più svariati, si va dalla fantascienza con mazzi (deck) dedicati a Star Trek, Star Wars o al Dr. Who, ad Harry Potter, al Signore degli Anelli, oppure quelle più orientate ad un nucleo famigliare con situazioni e battute tipiche che possono venire fuori in una qualunque famiglia. In tempi di Corona Virus e Covid-19, i riferimenti alla pandemia ormai sono veramente molti.

Da quando mi sono imbattutto in CAH anch’io ho cominciato a contribuire a proporre qualche carta pubblicandole sul subreddit citato più su, ricevendo anche qualche upvote, e curando una mia raccolta personale con un alto tasso di insensibilità e disagio (Deesagiati Contro l’Umanità come vi suona?) e con riferimenti ad alcuni programmi tv come Chi l’Ha Visto?, Quarto Grado, Grande Fratello ed altri che seguo commentando su Twitter, ma ancora incompleta… per ora, chissà, un giorno.

Il gioco originale è acquistabile anche su Amazon.