In Chrononauts ogni giocatore veste i panni di un viaggiatore nel tempo con una sua propria identità e missione segreta. Nel corso del gioco, i giocatori vanno a ritroso nel tempo attraverso la storia facendo quello che chi ha sempre sognato un’esperienza simile vorrebbe fare potendo utilizzare una macchina del tempo. Una gran passeggiata temporale visitando il passato nei momenti clou della storia magari cambiandone le sorti, sognando il futuro e collezionando artefatti di un certo calibro facendo i conti con i paradossi temporali. La timeline parte dal 1865 e arriva fino al 1999.

Oltre al gioco di base, che gode di un’espansione con riferimenti storici antecedenti che vanno dal 1770 al 1916, il team di Looney Labs capeggiato dal buon Andy, ha realizzato Chrono-Trek che consente di rivivere alcuni eventi fondamentali della saga di Star Trek. A seconda delle indicazioni date dalle carte, ogni giocatore vestirà i panni dei capitani Kirk, Picard, Janeway, Sisko oppure di altri personaggi come Spock, “Bones” McCoy, Data, Worf, cercando di seguire la propria missione mantenendo la propria linea temporale coprendo gli eventi che li riguardano per vincere la sessione di gioco, oppure raccogliendo alcuni artefatti coerenti con il personaggio che si usa. Ci sono anche alcune popolazioni e razze molto note ai trekkers come i Romulani, gli Xindi e i Borg che coprono soltanto determinate linee temporali. E poi c’è lui, Q: il giocatore che prenderà la sua identità ha il controllo su cinque punti della timeline che coincidono con l’anomalia anti-tempo Devron che inizia la sua espansione dall’ultima carta della linea temporale (2395) se girata e torna indietro a ritroso nel tempo fino alla prima carta che è quella della nascita della vita sulla Terra e che quindi, girandola, fa sì che non si sia mai formata.

Una griglia di 36 carte forma la linea temporale ufficiale che comprende fatti salienti come il Primo Contatto di Zefram Cochrane con i vulcaniani, la Serie Classica fino al ritorno della Voyager sulla Terra. Gli eventi principali (Linchpin) della timeline canonica possono essere cambiati mettendo così in primo piano gli eventi degli universi alternativi (Linchpin e Ripplepoint), questi possono avere anche ulteriori stravolgimenti (Fractures) dati dalle sorti dell’Universo Specchio. Il giocatore che dovesse aver bisogno di cambiare un pezzo di timeline a proprio favore, necessita della carta Inverter che può essere pescata casualmente nella distribuzione iniziale delle carte o, sempre casualmente, grazie alle carte Action o Power Action pescate durante il gioco oppure ancora grazie a tipi di carte speciali (Artifacts buoni come Inverter) che danno le stesse possibilità. Una partita viene vinta dal giocatore che riesce a mantenere al meglio la propria timeline data dalle indicazioni della carta personaggio che ha in mano. Ogni carta personaggio ha stampati da 1 a 4 simboli chiamati pips che somigliano tanto ai gradi sulle uniformi dei nostri amati Kirk & co. e corrisponderanno al numero di carte da possedere ad inizio partita (3 per lo Spock dell’Universo Specchio, 4 per Q, 1 per Archer ecc…). In molti casi un giocatore può ostacolare gli avversari in quanto possono ricoprire la stessa linea temporale e possedere lo stesso artefatto. La partita invece si conclude senza vincitori se tutte le cinque carte che coprono l’espansione dell’anomalia Devron vengono girate.

Chrono-Trek è un gioco veramente ben congeniato, il dettaglio agli eventi della saga di Star Trek sono molto ben studiati e scelti per lo sviluppo di una partita, il che aiuta ad una esperienza di gioco parecchio divertente. Non mancano alcune citazioni tipiche di alcuni personaggi che sono proprio una chicca e gioia per un vero trekker appassionato.

CURIOSITA’

Cercando in rete discussioni e informazioni in più su Chrononauts e Chrono-Trek, mi è saltata all’occhio la foto che segue: un giocatore che ha acqistato il gioco di base e le due espansioni, ha unito le tre linee temporali. Chissà che razza di partita ne è venuta fuori!

Chrono-Trek si può giocare in quattro o più persone di età dagli undici anni in su, la durata di una sessione di gioco varia dai casi: può durare un quarto d’ora, come un’ora o più, a meno che come già detto non abbiate pescato l’identità di Q la partita finisce molto presto. Chrono-Trek è disponibile anche su Amazon.