Quest’anno ho raccolto la bellezza di circa 95kg di pomodoro, giornalmente a metà pomeriggio ci scappa sempre il “pan bagnà” (che non è altro che del pane tostato, un pò di olio sopra e del pomodoro fresco a fette), a pranzo o a cena invece un’insalata fresca, un sugo o salsa di qualche genere oppure si recuperano dei sacchetti da freezer e vengono messi al fresco pronti per un uso successivo.

Un tipico piatto di casa sono i pomodori in padella, di seguito la semplicissima ricetta.

Fornirsi di: padellone, olio, aglio, basilico, pomodori.

Procedimento, dose per due persone: raccogliere del basilico nella quantità che si preferisce e pulirlo tenendo le foglie, tagliare a metà quattro pomodori di media grandezza tenendo la buccia. bagnare il padellone con dell’olio e accendere a fuoco basso, spelare dell’aglio e farlo soffriggere finchè non prende un pò di colore e toglierlo (c’è chi lo fa), si aggiungono i pomodori tagliati a metà, li si gira di tanto in tanto finchè la buccia non viene via, la si toglie e si aggiunge il basilico.

Si può far cuocere della pasta per poi scolarla nel padellone con i pomodori e dare un’ultima spadellata al tutto, oppure è un ottimo contorno da mangiare insieme a qualche fettina di carne ai ferri.